Occuparsi di mafie vuol dire anche occuparsi dei più deboli. Con l’ operazione Jonny la magistratura scoprì che la ‘ndrangheta gestiva i migranti all’ interno del cara di Isola Capo Rizzuto .
Per questo abbiamo deciso di ricordare oggi, 27 Gennaio, le vecchie e nuove forme di razzismo.
Nel cara di Isola Capo Rizzuto in provincia di Crotone ,”c’era mangiare che non bastava mai. Abbiamo filmato anche la qualità del cibo: noi di solito quel cibo lo diamo ai maiali. C’erano delle società create appositamente per rifornire i pasti, con quei soldi hanno comprato cinema, teatri,decine di appartamenti, macchine e barche di lusso”. A parlare era il procuratore di Catanzaro , Nicola Gratteri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *