BUONI SPESA AI TEMPI DEL COVID-19

Il #Team #Terradimezzo ha appreso, con soddisfazione, che nel comune commissariato di Cirò Marina è stata revocata la delibera n.29 del 31/03/2020 che prevedeva, come criterio di priorità, per l’assegnazione del buono spesa anche il seguente criterio: “famiglie di detenuti”. Avevamo letto quanto pubblicato, a questo proposito, dalla Senatrice #MargheritaCorrado lo scorso 2 Aprile, ed abbiamo pensato di andare a verificare apprendendo così che la delibera in questione è stata modificata il 03 Aprile (delibera n.30). Scrive il giornalista Paolo Borrometi: “Sono preoccupato, lo ammetto. Ho visto che alcuni Sindaci del sud Italia hanno messo, fra le condizioni per i soldi alle famiglie, quello di essere “parenti di carcerati”. Aveva ragione il Magistrato Nicola Gratteri che, qualche giorno fa, ha chiesto: “I Sindaci diano gli elenchi dei beneficiari.” Ha ragione, aggiungiamo noi, il procuratore Gratteri, soprattutto, alla luce di quelle collusioni fra mafia e politica che tanto spesso, purtroppo, interessano il territorio nazionale. Uno dei problemi, infatti, che affligge il nostro paese è proprio lo scambio elettorale politico-mafioso. Secondo quanto riportato nella relazione della DIA del secondo semestre del 2017, le risultanze statistiche relative allo “scambio elettorale politico-mafioso” di cui all’art. 416 ter del codice penale, testimoniano il permanere di un pericolo latente nell’ambito delle amministrazioni pubbliche. Allarmante il dato della Calabria, i cui Comuni sciolti nel 2017 rappresentano il 57% del totale nazionale. La Calabria, a fronte di 31 denunciati/arrestati ex art.416 ter c.p., presenta 49 scioglimenti di Comuni ex art. 143 del Testo Unico Ordinamento Enti Locali, con un rapporto di 0,6 denunciati/arrestati per comune sciolto. Basti pensare che nella sola provincia di Crotone su 27 amministrazioni comunali ne risultano sciolte, con dati aggiornati al 2019, nove. Ai posteri l’ardua sentenza…. #PaoloBorrometi #asoc1920 #liberidicrescereliberi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *