Pietro Grasso

Grazie #Presidente #PietroGrasso per la disponibilità che ha dimostrato nei confronti di ragazzi che non c’erano in quei giorni tanto lontani, eppure così vicini nella memoria collettiva, del 1992.
Nell’intervista, appena conclusa, Lei ha ricordato una frase di Kennedy amata da Giovanni Falcone : “Un uomo fa ciò che è suo dovere fare, quali che siano le conseguenze personali, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. Questa è la base di tutta la moralità umana”. Un uomo deve fare sempre il proprio dovere, vorremmo aggiungere, perché questo è alla base di ogni comunità civile, è la base della nostra socialità come lo è, come ha ribadito, “scegliere sempre da che parte stare”. E noi abbiamo scelto:#noallemafie.
“Caro Giovanni, il tempo passa, passa eccome. Me ne accorgo guardando questa foto: eravamo a Roma, nei primissimi mesi del ’90, lavoravamo assiduamente a una strategia complessiva per combattere la mafia e le sue ramificazioni nella società, nella politica, nell’imprenditoria.
Il tempo passa, è vero. 26 lunghissimi anni nei quali ci sei mancato tantissimo come uomo, come amico, come collega. Molte volte ci siamo sentiti persi senza di te. Una cosa però, ha sconfitto i 500kg di tritolo che usarono per uccidere te, Francesca, Vito, Rocco, Antonio: brilla negli occhi delle migliaia di cittadini, soprattutto giovani, che oggi ti ricordano, che hanno appreso da te cosa significhi credere nella legalità, impegnarsi per essa sempre e comunque, anche quando tutto sembra impossibile.
Molti non erano neanche nati nel 1992, eppure sono qui. Loro hanno capito, Giovanni. Sono loro gli uomini e le donne sulle quali camminano ogni giorno le tue idee”.P. Grasso #asoc1920 #liberidicrescereliberi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *